ALLERTA di PROTEZIONE CIVILE n° 2020.116 Rischio IDRO-METEO

ALLERTA di PROTEZIONE CIVILE n° 2020.116 Rischio IDRO-METEO

La regione continua ad essere interessata da un vasto e profondo vortice di bassa pressione centrato sulle Isole Britanniche.
Nelle ultime 18 ore abbiamo assistito ad una cessazione (in alcuni casi attenuazione) delle precipitazioni, grazie all’afflusso di
aria più asciutta e fredda associata all’appena menzionato vortice. Nuove precipitazioni si sono registrate specialmente sulla
Vachiavenna con valori perlopiù tra 10-20 mm, assenti o molto scarsi gli apporti sul resto di Alpi e Prealpi, assenti in pianura e sull’Appennino. La ventilazione tende a rimanere forte di provenienza meridionale solo sulle creste alpine e sul crinale appenninico, su quest’ultimo con raffiche tra 70 – 110 km/h.
Nelle prossime ore si conferma il passaggio di un nuovo fronte perturbato associato alla medesima area depressionaria in lenta
traslazione verso est.
Riguardo alle possibili cumulate di pioggia, si conferma una forbice tra 20 e 50 mm su Alpi e Prealpi, seppur rimanga incertezza sul posizionamento di rovesci più insistenti che potrebbero interessare nuovamente i settori alpini e prealpini centro-occidentali,
dove saranno quindi possibili valori anche superiori e fino a 60-80 mm. Cumulate generalmente inferiori ai 20 mm sui restanti
settori.
La ventilazione subirà un sensibile ma rapido rinforzo proveniente da sud su Appennino e settori prealpini occidentali esposti alla pianura, con raffiche fino a 50-70 km/h. Attenuazione nel corso della notte su lunedì 05/10. Quota neve nel pomeriggio intorno ai 2000 metri, in discesa durante la sera sin verso i 1700-1800 metri.

2020-0010608_2020.116