REGISTRO TESTAMENTO BIOLOGICO

Disposizioni anticipate di trattamento (testamento biologico) – Iscrizione nel registro comunale

Con la Legge n. 219 del 22 dicembre 2017 sono state introdotte nell’ordinamento giuridico italiano le Disposizioni anticipate di trattamento (DAT), conosciute anche come Testamento biologico.

Per DAT (Disposizioni anticipate di trattamento) si intendono gli atti con i quali una persona maggiorenne e capace di intendere e di volere (in previsione di una eventuale futura incapacità a prendere decisioni in autonomia e dopo aver acquisito adeguate informazioni mediche sulle conseguenze delle proprie scelte) esprime le proprie intenzioni in materia di trattamenti sanitari, il consenso o diniego rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e l’eventuale nomina, con atto scritto, di una persona di fiducia che la rappresenti nel rapporto con il medico e gli ospedali.

 

Redazione delle Dat

  • tramite atto pubblico o con scrittura privata autenticata, entrambe da redigersi presso un notaio;
  • tramite scrittura privata su carta semplice;
  • tramite scrittura privata da consegnare direttamente presso le strutture sanitarie delle Regioni che abbiano adottato modalità telematiche di gestione della cartella clinica o il fascicolo sanitario elettronico

La dichiarazione di testamento biologico va redatta in triplice copia e deve essere debitamente compilata e sottoscritta sia dal dichiarante sia dal fiduciario scelto liberamente dal dichiarante.

Una copia del testamento, con fotocopie dei documenti di identità, sia del dichiarante che del fiduciario, va consegnata in busta chiusa all’ufficio Servizi Demografici; l’incaricato al ritiro non è a conoscenza delle dichiarazioni e dei documenti inseriti nella busta e non è responsabile del suo contenuto.

Il dichiarante dovrà aver cura di trattenere per sé una copia del testamento e di consegnare l’altra copia al fiduciario nominato.

La busta contenente il testamento biologico e la dichiarazione di deposito, opportunamente spillata, vengono ritirate per essere conservate.

La legge auspica (ma non obbliga) che ogni persona, nel momento in cui sottoscrive il proprio testamento biologico, indichi un fiduciario, ovvero una persona in cui pone la massima fiducia, che si assuma la responsabilità di interpretare le volontà contenute nella disposizione anticipata, anche alla luce dei cambiamenti e delle nuove prospettive offerte dalla medicina. Il fiduciario deve essere una persona maggiorenne e capace di intendere e di volere. L’accettazione della nomina da parte del fiduciario avviene attraverso la sottoscrizione delle DAT o con atto successivo, allegato alle DAT stesse.

Nel caso in cui le DAT non contengano l’indicazione del fiduciario o questi vi abbia rinunciato o sia deceduto o sia divenuto incapace, le DAT mantengono efficacia in merito alle volontà del disponente. Il giudice tutelare provvede alla nomina di un amministratore di sostegno.

 

Deposito delle DAT e iscrizione nel registro comunale

Per procedere al deposito delle DAT e all’iscrizione al registro è necessario fissare un appuntamento telefonico (0332 86 77 70) o via mail (anagrafe@comune.vedano-olona.va.it).

Il deposito delle DAT è gratuito e riguarda solo i cittadini residenti nel Comune di Vedano Olona.

Nel Registro delle DAT, in forma cartacea, vengono annotati e numerati i depositi delle DAT, con le generalità dei disponenti e dei fiduciari, ed ogni altra documentazione inerente depositata. Tutta la documentazione consegnata è allegata al Registro stesso.

Al dichiarante viene rilasciata una fotocopia della dichiarazione di deposito delle DAT riportante il numero di Registro assegnato.

 

Informazioni utili per il giorno dell’appuntamento

L’interessato (disponente) deve presentarsi di persona insieme all’eventuale fiduciario (entrambi muniti di un documento d’identità valido) per sottoscrivere il modulo di iscrizione al registro davanti all’impiegato addetto.

Qualora il fiduciario non possa essere presente il giorno dell’appuntamento, è necessario consegnare il modulo di deposito delle DAT firmato dal fiduciario unitamente a copia del suo documento d’identità.

Il documento contenente le DAT, consegnato in una busta chiusa, deve essere sottoscritto in originale dall’interessato e dal fiduciario per accettazione della nomina.

 

Revoca o modifica del testamento biologico

In qualsiasi momento solo il dichiarante potrà revocare il deposito del proprio testamento biologico. Potrà inoltre richiederne la sostituzione, ad esempio per indicare un nuovo fiduciario.

Dovrà quindi ripetere tutti i passi soprariportati, al pari di un nuovo testamento biologico; solo il dichiarante o il suo fiduciario possono chiedere la riconsegna di quanto depositato.

 

Accesso al Registro

Al Registro delle DAT potranno avere accesso: il disponente, il medico che lo abbia in cura e il fiduciario.

 

Ulteriori informazioni

Rivolgersi al proprio medico curante.

La Società varesina per la Cremazione (SO.CREM) si rende disponibile, sia per i soci che per i non soci, a fornire informazioni, assistenza e modulistica.

E’ possibile farsi aiutare nella stesura delle DAT facendo riferimento a varie associazioni, tra cui:

Si rimanda al sito del Ministero della Salute per ulteriori informazioni MINISTERO DELLA SALUTE – DAT